L'audace de l'engagement humantaire dans tous les coins du monde
Salon des Solidarit&eacutes;

Bénin : Resoconto missione - Marzo 2010

Resoconto Missione Umanitaria Benin marzo 2010
Questa missione è stata eseguita da HAMAP SANITA’ e HOME Afrique

Il 26 marzo 2010, un team di 14 persone scollava dall’aeroporto Paris Charles de Gaulle a destinazione di Cotonou in Benin. Questo team veniva costituito di cinque medici (una pediatra e quattro medici generici), tre infermiere e sei esperti in logistica di cui i presidenti di HAMAP SANITA’ (Sig. Thierry GAGNER) e HAMAP BENIN (Sig. Alain GNAHOUI).
Questa missione era collocata sotto il segno della scoperta per la maggior parte perché in pochi avevano già camminato sul suolo beninese.
Un’accoglienza calorosa è stata riservata loro, doppiata di un’ospitalità senza confronto. I beninesi hanno conquistato tutti grazie alla loro modestia e al loro sorriso. Il lavoro da compiere pareva cosi più semplice anche se le condizioni non sempre erano favorevoli. I 490 kg di farmaci e di materiali di piccola chirurgia hanno consentito loro di intervenire rapidemante ed efficaciamente per alleviare malatti in diversi posti.

Il centro di salute d’Alodo a COTONOU

Questo sito è ubicato in un quartiere popolare di Cotonou : Akpakpa. Ci passano quasi un centinaio di malatti al giorno e durante la loro permanenza il numero non ha smesso di aumentare. I due medici generici, un infermiera, un’esperta in logistica e la pediatra hanno contribuito alla presa in carica di alcune centinaia di malatti afflitti di patologie serie e che aspettano l’ultimo momento per la visita medica per mancanza di denaro.
Le visite mediche erano gratuite e anche i farmaci consegnati. Quest’opportunità ha permesso a un più grande numero di persone di essere visitate da un medico. Il personale sanitario, amministrativo, e sopratutto la popolazione erano felici di rivederli e l’hanno dimostrato. Gradiscono che questi scambi e queste azioni si iscrivano nel tempo. E’ stato consegnato loro un sterilizzatore "Poupinelle" che è stato subito utile : una promessa fatta durante l’ultima missione.

L’ospedale di Menontin a COTONOU.

Questa struttura ospedaliera è sistemata in un quartiere popolare vicino a Godomey (incrocio stradale principale per giungere l’interno del paese sia verso nord, sia verso ovest. Si tratta anche del quartiere che ospita le persone provenienti dall’esodio rurale. Questo ospedale accoglie oltre 500 persone al giorno nei diversi reparti : maternità, medicina generale, pediatria, oftalmologia, dentistico, cinesiterapia, laboratorio di analisi, etc...Anche li, il nostro team (due medici generici, de infermiere, un esperto in logistica e la pediatra) è intervenuto efficaciamente sollevando i pazienti dai loro morbi per niente o pochi soldi.

Il lebbrosario di Ouidah.

La nostra squadra di esperti in logistica ha valutato i bisogni del Laboratorio di analisi mediche del lebbrosario. Questa valutazione è stata chiesta per rinnovare non solo il materiale ma anche la palazzina che ripara il laboratorio. A questa occasione hanno fatto visitare loro il luogo di vita di alcuni ospiti. Le suore augurano aprire l’ambulatorio del lebbrosario alle popolazioni dei dintorni. Questa apertura non va senza incrementare i bisogni quindi sono stati sollecitati per contribuire a questa evoluzione.

L’orfanotrofio PIERRE-FONDS a OUIDAH. Questo orfanotrofio si trova in Ouidah. Censisce più di 200 bambini da 0 a 16 anni. Questo orfanotrofio è stato creato grazie al sostegno del vescovo AGBOKA. Al decesso di quest’ultimo, una giovane coppia (Pierre e Monique) hanno fatto il cambio per mantenere questi ragazzi all’orfanotrofio. A corto di denaro, alcuni bambini sono stati affidati a famiglie di accoglienza, questo in modo rudimentale. Dinanzi all’angustia della coppia, medici ed esperti in logistica si sono recati alla loro residenza (in affitto) per auscultare i pensionanti e grand parte dei bambini affidati.

La scuola Elementare Sainte-Cécile di Cotonou.

In questa scuola dove la nostra squadra aveva lasciato computer e scatoloni di libri scolastici, è stata inaugurata la biblioteca provvisoria. Questa biblioteca viene visitata ogni dalle diverse classe e i professori. I bambini hanno anche un’iniziazione all’informatica. Altri materiali verranno arrichire la biblioteca durante la prossima missione. I ragazzi, gli insegnanti e la direzione erano molto contenti e soddisfatti della collaborazione.

Per riassumere, i beninesi li hanno accolti bene e li hanno messi a proprio agio. Una relazione di scambio di conoscenze è iniziata con il corpo medico durante i duo tra medici locali e i nostri medici. Per esperienza, questo scambio è la chiave del successo medico per i nostri medici, tutti hanno gradito. Un’altra chiave del successo collettivo della missione è basata sull’immersione culturale.

Il 05 aprile 2010, il team tornava a Parigi.

Si augurate vivere questi momenti rari di fraternità tra uomini vi invitiamo a raggiungerci per la prossima missione :

Dal 22 luglio al 02 agosto 2010 Missione Umanitario in Benin.

Articolo a cura di Alain GNAHOUI, presidente HAMAP BENIN

Pubblicazione : Ottobre 2010

Sostieni la nostra azione
Objets de collections
www.macollectionpascher.com